Stop the Crop

For a sustainable, GMO-free future

Chi decide?

Nei luoghi in cui vengono coltivati gli OGM si assiste ad un incremento dell’utilizzo degli erbicidi, all’espansione di pratiche agricole  basate sulla monocultura, e a costi crescenti lungo tutta la filiera agroalimentare. L’impatto sociale, ambientale ed economico è pertanto grave e contribuisce allo spossessamento degli agricoltori dalle proprie terre e dai propri contesti culturali, senza riuscire ad alleviare i problemi connessi alla fame. Ma chi decide se una coltura GM possa essere coltivate e quale è il processo con la quale viene autorizzata?

Autorizzazione delle colture GM in Europa 

La commissione europea sta cercando di riattivare i dibattiti intorno all’approvazione di 25 nuove colture GM per la coltivazione in Europa – principalmente colture resistenti all’erbicida RoundUp e colture capaci di auto-produrre un insetticida. Queste includono delle varietà GM di mais, soia e barbabietola da zucchero. –Questo significherebbe aprire le porte in Europa ad una espansione di coltivazioni OGM e dunque ad una riproposizione di quegli errori e problemi commessi in nord e sud America presentati in questo sito.

In prima linea ci sono 4 varietà di mais tolleranti a diversi erbicidi, ed una varietà di soia dello stesso tipo che sono attualmente oggetto di discussione tra i vari rappresentanti nazionali e che potrebbero portare ad un voto. Il risultato di questo voto sarà decisivo per sapere se la Commissione Europea autorizzerà altre coltivazioni ogm in campo aperto in Europa. Per 15 anni i Paesi europei hanno bloccato la Commissione dal tentativo di autorizzare la coltivazione tentativo e si aggiungerebbero ai 2 attualmente permessi (una varietà di mais e una di patate). Oggi c’è bisogno che i Paesi europei diano un messaggio chiaro contro l’eventuale approvazione di nuove colture GM.

Questa decisione sarà presa a porte chiuse, con una procedura opaca. Dopo che le autorità europee che si occupano di cibo e salute presenteranno le proprie opinioni ai rappresentati nazionali, il voto potrà svolgersi in poche settimane. Le attuali procedure riducono qualsiasi discussione aperta, e ci sarà pertanto un ridottissimo dibattito pubblico o politico in merito a queste decisioni.

Per questa ragione è importante che i cittadini facciano sentire la propria voce

'

'New Breeding Techniques' the next step in corporate control over our food?

The biotech industry is staging an audacious bid to have a whole new generation of genetic engineering techniques excluded from European regulations. The pending decision of the European Commission on the regulation of these so-called 'new GMOs' represents a climax point in the ongoing below-the-radar attack by industry on GM laws.

Now the Vermont Senat decides, if it will approve the changes of the Senat. The law is supposed to enter into force in mid 2016. Vermont is the first US state that decided independently from neighbour states about GM labelling.

Lobby groups as US grocery manufactures are opposing any mandatory labelling of GM food.

The newswire Reuters quoted “Andrea Stander, a spokesperson for the Vermont Right to Know GMOs coalition, said they expect the biotech industry to sue in an attempt to stop enactment of the bill.

Italian ministers of Agriculture, Public Health and Environment have finally signed a joint decree banning the cultivation of the genetically modified maize MON810. This is the result of a broad rejection to GM crops among public opinion and institutions all around the country. Italy is the eighth European country to approve a MON810 ban.

Pagine

The pesticide industry and EU regulators have known since the 1980s and 90s that Roundup, the world's best selling herbicide, causes birth defects – but have failed to inform the public.

This report, co-authored by international scientists and researchers, reveals that the GM-industry’s own studies (including research commissioned by Monsanto) showed that Roundup’s active ingredient glyphosate causes birth defects in laboratory animals.

Summary:

The report from Corporate Europe Observatory (CEO) and Earth Open Source questions the independence of the European Food Safety Authority. The report explains how EFSA works, what science is used, how conflicts of interest occur, and how industry influences the agency’s work. The report aims to contribute to the debate on what changes are needed in the interest of food safety, public health and the environment.

About the Stop the Crop campaign

This website and film present some of the dangers of GM-crops, and call for people across Europe and beyond to take action to stop them. We need a future of food and farming that benefits people and planet, and not the pockets of big business. We need to stop GM-crops from spreading across Europe. You can sign up for updates and alerts opposite.